Online streaming via MS Teams
04 Dicembre
11:00 - 12:45
First p-care workshop on precision cancer medicine

Nasce dalla collaborazione di eccellenze italiane e austriache in ambito genetico, clinico e biotecnologico l’alleanza transfrontaliera che studia come i tumori resistono alle terapie e come sviluppare nuove strategie per risensibilizzare ai trattamenti e risvegliare le difese immunitarie contro il tumore.

Tavola disegno 1STUDIARELe cause della resistenza alle terapie oncologicheSVILUPPARESinergie e network di eccellenza transfrontalieriVALUTARELa possibilità di impiegare farmaci in uso contro altre malattie per combattere la capacita dei tumori di resistere ai trattamentiPOTENZIARELe infrastrutture per la ricerca condividendo esperienze e tecnologieSPERIMENTAREStrategie di medicina personalizzata per riprodurre in laboratorio il microambiente tumorale e la risposta immunitaria del paziente

Il piano operativo

1 La raccolta di campioni biologici dai pazienti

Frammenti di tumore e dei tessuti adiacenti verranno prelevati durante gli interventi chirurgici o le biopsie e inviati ai laboratori p-care, insieme anche a campioni di sangue dei pazienti.

2 Lo sviluppo di avatar

I campioni prelevati saranno processati con metodi diversi al fine di sviluppare in laboratorio sistemi cellulari complessi in 3D (detti organoidi e sferoidi), contenenti diversi tipi di cellule. I sistemi che verranno sviluppati avranno caratteristiche simili ai tumori e al loro microambiente tissutale d’origine.

3 Lo studio dei meccanismi di resistenza ai farmaci

I sistemi sviluppati verranno trattati con farmaci utilizzati nelle terapie anti-cancro, se ne valuterà la risposta e come questa venga influenzata dal microambiente tissutale. Le cellule resistenti verranno identificate e caratterizzate attraverso analisi omiche. I dati così ottenuti dallo studio di organoidi e sferoidi derivati da paziente serviranno per identificare i fattori che determinano la resistenza alle terapie.

4 La sperimentazione di nuove strategie terapeutiche

Varie collezioni di farmaci verranno testate su sistemi cellulari diversi, in combinazione con le terapie convenzionali, al fine di valutare la capacità di diverse combinazioni di sinergizzare nell’effetto terapeutico e vincere la resistenza delle cellule tumorali al trattamento.

5 La generazione di risorse

Il materiale biologico dei pazienti, i modelli cellulari sviluppati e i dati generati verranno raccolti e conservati al fine di essere ri-utilizzati a scopi di ricerca. Andranno ad arricchire ed espandere la biobanca transfrontaliera creata grazie al precedente progetto Interreg PreCanMed.

6 Il trasferimento e lo scambio di conoscenze

Verranno organizzate diverse attività formative e saranno sviluppati materiali tecnici per rendere le tecnologie e le metodologie sviluppate attraverso p-care facilmente accessibili a biologi, oncologi clinici, bioinformatici e altri professionisti dei settori della biologia del cancro e della medicina.

scopri di più

p-care